Il Corpo Umano è un Organismo d’Acqua

Acqua nel corpoLe fluttuazioni dei fluidi influenzano il volume del sangue e i livelli di idratazione intracellulare.

Questo può essere pericoloso per la vita. Quando la quantità di fluido nei diversi compartimenti cellulari viene mantenuta relativamente costante, si verifica uno scambio di soluti (sostanze disciolte) e acqua tra i compartimenti per mantenerne la composizione unica. Gli individui con più tessuto adiposo corporeo hanno proporzionalmente meno acqua in totale e sono quindi più sensibili agli squilibri fluidi e alla disidratazione.

La percentuale totale di acqua diminuisce con l’età, con conseguente inadeguata idratazione cellulare. Ancora più critico è la diminuzione della percentuale di idratazione intracellulare. Il rapporto normale a livello intracellulare è del 60% e a livello extracellulare è del 40%. Il motivo per cui questo rapporto varia è dovuto in parte a un aumento del tessuto adiposo insieme a una diminuzione della massa muscolare e una ridotta capacità da parte del corpo di regolare l’equilibrio di acqua e sodio.

Nel corso degli anni, la funzione renale diventa meno efficiente nella produzione di urina e reagisce conservando sodio, indebolendo i reni. Il corpo deve costantemente mantenere il suo corretto stato di idratazione. Poiché perde circa due litri di acqua al giorno solo con le sue normali funzioni organiche, questa acqua deve essere sostituita.
Ci sono due ragioni principali per cui il corpo deve mantenere la sua corretta idratazione con acqua della migliore qualità, contenuto e struttura per mantenere la sua omeostasi.
  • Prima di tutto, l’acqua che introduciamo nel nostro corpo deve essere in grado di prevenire l’accumulo e l’effetto distruttivo delle tossine acide e delle sostanze chimiche nelle cellule. L’acqua deve fornire tutti i minerali e i nutrienti necessari per il corretto metabolismo cellulare e allo stesso tempo deve eliminare qualsiasi sostanza acida che può danneggiare la cellula. È inoltre necessario proteggere le membrane cellulari da danni e lesioni.
  • In secondo luogo, poiché l’acqua è coinvolta in qualsiasi funzione del corpo, deve agire da conduttore dell’attività elettrochimica, come la neurotrasmissione, trasportando l’acqua in modo regolare ed efficace da una cellula nervosa all’altra. All’interno del corpo il movimento dell’acqua tra le cellule (fluido extracellulare) è generato dall’osmosi. Questa è l’acqua nel corpo generata da forze magnetiche che mantengono il movimento in equilibrio. Mentre l’acqua scorre, i cambiamenti di pressione generano movimento attraverso le membrane cellulari. Qualsiasi cambiamento di pressione provocherà la fuoriuscita di proteine, minerali e altri nutrienti trasportati dal sangue negli spazi tra i vasi sanguigni privando le cellule dei loro bisogni vitali per sostenere la vita. Quando l’acqua alcalina nel sangue viene contaminata da sostanze chimiche acide, penetra nella cellula cambiando la sua struttura, che a sua volta può portare a cambiamenti nel DNA (pleomorfofia). Questo è l’inizio del processo di malattia e disagio che è molto simile al processo di invecchiamento.

Inizia ora ad alcalinizzare i liquidi extracellulari con acquaviva CORAL-MINE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *