L’importanza di Bere Abbastanza Acqua

Importanza di bere acqua alcalinaBENEFICI DI ACQUA E IDRATAZIONE

Salute integrale

Questo articolo ti farà risparmiare molto dolore e ti farà risparmiare un sacco di soldi, che dovresti spendere se non fossi a conoscenza di questa saggezza. Leggilo e conservalo come se fosse un tesoro. (fotocopialo e condividilo)

COME CURARE LE MALATTIE “INCURABILI” IN MODO REALE E DEFINITIVO?

Questa è una dichiarazione della comunità medica internazionale scientificamente provata e clinicamente dimostrata fatta dal più grande ricercatore d’acqua del mondo:
La dichiarazione del DR. FEREYDOON BATMANGHELIDJ che la maggior parte delle malattie, in particolare le malattie degenerative, sono causate dalla disidratazione del corpo a causa della mancanza cronica di acqua.
Come spiegato nella rivista medica n. 4, è importante che le persone – e in particolare i medici – conoscano la base di queste affermazioni; lo spiegheremo in modo più dettagliato: 

L’ACQUA NON È SOSTITUTIVA A SUCCHI / SPREMUTE O ALTRI LIQUIDI

Affinché le molteplici reazioni chimiche che avvengono nel nostro corpo siano possibili, è necessario ingerire abbastanza acqua ogni giorno. In caso contrario, non solo si impedisce il corretto funzionamento del corpo, ma può causare molte patologie.
I succhi non sono sufficienti perché l’acqua in essi è già satura di elementi e le bevande analcoliche sono altamente dannose. È richiesta acqua leggera. Laveresti la tua macchina con un succo? La stessa cosa accade quando è necessario liberare il corpo dai rifiuti di acido tossico … solo l’acqua leggera, anche priva di rifiuti di acido tossico, è ciò che dovresti bere.
Il Dr. Fereydoon Batmanghelidj spiega nel suo lavoro “Il tuo corpo sta piangendo per l’acqua che grida”. La disidratazione cronica è il principale fattore di stress nel corpo e l’ignoto responsabile della morte di milioni di persone. È anche responsabile della maggior parte dei decessi per malattia, molto al di sopra di qualsiasi altra condizione.

Tuttavia, i sistemi sanitari arroganti dei paesi, presumibilmente avanzati, non lo considerano importante e continuano a trattare i pazienti con prodotti chimici anziché con semplice acqua priva di cloro, fino a quando alla fine riescono a causare problemi reali. -Ovviamente è più redditizio vendere medicinali che acqua- Batmanghelidj spiega che quando un essere umano si disidrata, allergie, asma e dolore cronico possono comparire in diverse aree del corpo, dal dolore dispeptico all’artrite reumatoide, tra cui angina, dolore lombare, quello alle gambe, emicrania, colite. E sebbene questi dolori siano percepiti in aree localizzate, in realtà stanno avvertendo che c’è disidratazione dell’intero organismo.
Sapere questo è importante, soprattutto tra i medici. Perché se tali sintomi non sono riconosciuti come avvertimenti urgenti che il corpo ha bisogno di acqua … allora può portare a disidratazione cronica che può causare danni a lungo termine e irreversibili. E la cosa brutta è che questi dolori sono raramente interpretati come un segno che il livello dell’acqua di cui il corpo ha bisogno è inferiore al minimo.

I medici sanno – perché l’analisi indica questo – che esiste un eccesso di istamina nel corpo … ma ciò che fanno normalmente è prescrivere antistaminici o bloccanti dell’istamina, che oltre a non agire sulla causa, causano anche effetti collaterali negativi. Quando basterebbe dire al paziente di bere abbastanza acqua alcalina ogni giorno e quindi il suo livello di istamina diminuirà naturalmente.
Inoltre, il lettore dovrebbe sapere che gli antistaminici bloccano la dilatazione capillare del cervello, proprio quando il cervello – in una situazione disidratata – deve calcolare più informazioni del normale, come accade in una situazione di stress.
Inoltre, quando vengono utilizzati antistaminici, il cervello riceve una minore quantità di sangue e, quindi, di nutrienti. E in quello stato molte funzioni delle cellule cerebrali iniziano a deteriorarsi. Tra questi, il sistema di trasporto dei neurotrasmettitori ai terminali nervosi.

LA MANCANZA DI ACQUA LEGGERA (senza acidi) È LA CAUSA PRINCIPALE DELLE MALATTIE DEL CERVELLO.

Il fatto è che secondo Batmanghelidj la disidratazione cronica delle cellule cerebrali insieme alla mancanza di sodio e un amminoacido essenzialetriptofano – sono la principale causa di patologie cerebrali: Alzheimer, Parkinson, Sclerosi multipla, Atassia cerebellare, depressione …
Nel cervello è essenziale un buon livello di idratazione, prendendo acqua alcalina priva di elementi acidi, ma contenente minerali alcalini come calcio, potassio, magnesio e sodio, poiché all’interno delle cellule sono assolutamente essenziali per generare energia idroelettrica con cui viene alimentata, e per il corretto funzionamento dei meccanismi di neurotrasmissione.

L’IMPORTANZA DELL’ACQUA ALCALINA NELLA DIGESTIONE

Il pancreas ha bisogno di una grande quantità di acqua che contiene minerali alcalini. E quando il corpo è disidratato, questo non è possibile, quindi il processo digestivo non può essere eseguito in modo efficiente.
In altre parole, quando il corpo è disidratato, quando è a corto di acqua, non vi è alcuna garanzia che il succo gastrico venga adeguatamente neutralizzato. E lì inizia il dolore dispeptico.
Ovviamente, poiché lo stomaco non può trattenere permanentemente il suo contenuto, il corpo ha solo un modo per svuotarlo: la bocca. E provoca il vomito. Un’azione che porta a un altro problema: l’irritazione causata dal passaggio del cibo acido nell’esofago mentre passa dallo stomaco alla bocca: ciò che chiamiamo “bruciore dell’esofago”.

La mancanza d’acqua provoca anche altri disturbi: questo è il caso della colite – o infiammazione del colon – e costipazione a cui è frequentemente associata. Entrambe le patologie dovrebbero essere considerate “chiari segni di disidratazione del corpo”.
Anche se è vero che la mancanza di fibre con il cibo può causare entrambi i problemi, la mancanza di acqua è ancora più importante poiché senza di essa non c’è lubrificazione e gli escrementi non possono essere espulsi (o lo fanno con grande difficoltà).
Una situazione che peggiora quando, cibo dopo cibo, non beviamo ancora abbastanza acqua e le feci indurite si accumulano nell’intestino crasso, ciò che chiamiamo costipazione. Processo che col tempo causa dolore e infiammazione al colon – a volte con infezione – ed è quello che conosciamo come colite.
Non c’è dubbio che sia la costipazione che la colite vengano evitate semplicemente bevendo abbastanza acqua alcalina ogni giorno.
La bulimia può essere causata dalla disidratazione cronica del corpo: molte persone bulimiche che sentono un incontrollabile e immediato bisogno di vomitare dopo aver mangiato, lo fanno perché il loro corpo non ha abbastanza acqua per alcalinizzare l’ambiente dello stomaco prima di passare all’intestino.

Questa può essere la condizione che spesso porta ad avere il suddetto “esofago in fiamme” e che può anche portare allo sviluppo di un cancro (di solito nella parte inferiore dell’esofago).
Molte persone, soprattutto gli obesi, hanno inconsciamente confuso il “bisogno di mangiare” con il “bisogno di bere”. Se fossero adeguatamente idratati bevendo abbastanza acqua ogni giorno, la falsa sensazione di fame – che non è altro che sete – scomparirebbe.

ARTRITE

Convenzionalmente, l’artrite è una malattia causata dall’alterazione patologica della cartilagine – uno dei tessuti che compongono le articolazioni -, che provoca dolore e gonfiore delle articolazioni che, nel tempo, possono diventare gravemente danneggiate causando l’artrosi, è cioè deformazioni delle ossa. La medicina li divide in diversi “tipi”, sebbene i due più comuni siano l’artrosi e l’artrite reumatoide.
Il primo è il tipo più comune e di solito appare con l’età, dopo 45 anni, e colpisce soprattutto le dita, le ginocchia e i fianchi. L’artrite reumatoide, d’altra parte, è attribuita a un malfunzionamento del sistema immunitario e colpisce più spesso le mani e i piedi. Si ritiene inoltre che conduca a gotta, lupus ed epatite virale.

La cosa più seria, in ogni caso, è che in realtà la causa è ufficialmente sconosciuta – ci sono solo speculazioni e non c’è medicina per curarla – e il futuro di coloro che soffrono di questa “malattia” è di soffrirne a vita, consumando costantemente farmaci anti-infiammatori, analgesici e altri pericolosi palliativi che ingrassano i conti dell’industria farmaceutica e finiscono per uccidere la persona.
Per Batmanghelidj, tuttavia, i milioni di persone in tutto il mondo che soffrono di qualche forma di artrite tengono conto che il problema è spesso compreso anche da disidratazione cronica.

Secondo lui, i dolori articolari dovrebbero in effetti essere considerati semplici indicatori di mancanza d’acqua sulla superficie della cartilagine dell’articolazione interessata. Cioè, il dolore artritico sarebbe solo un altro segno di disidratazione e acidità nel corpo.

La superficie della cartilagine delle ossa deve contenere molta acqua per lubrificare le articolazioni e consentire alle due superfici opposte di scivolare liberamente l’una sull’altra durante il movimento. Una cartilagine ben idratata consente di ridurre al minimo il deterioramento dovuto all’attrito.

Pertanto, quando non c’è abbastanza acqua e le articolazioni non sono ben idratate, la lubrificazione ovviamente non è adeguata … le superfici si sfregano l’una contro l’altra e l’acidità agisce causando il cosiddetto dolore artritico.

Di conseguenza, dovrebbe essere sufficiente aumentare l’assunzione regolare di acqua leggera per produrre una maggiore quantità di sangue circolante nell’area che preidrata completamente la cartilagine e combatte l’acidità. Se quell’acqua è alcalinizzata, i risultati non impiegheranno molto perché, oltre a non contenere acidi, deterge efficacemente il corpo dagli elementi tossici sicuri che causano l’artrite.

LA TEMIBILE ARTROSI

Disidratazione e tossine acide sulle superfici articolari possono causare gravi danni al punto di spogliare le superfici ossee e di esporle; il tessuto danneggiato attiva quindi un meccanismo per riparare e rimodellare l’articolazione.
E lo fa secernendo degli ormoni nella capsula articolare per rimodellare e ristrutturare le superfici. Sfortunatamente, è un processo di riparazione che a volte provoca la deformazione delle articolazioni, cioè l’artrosi.

In breve, per evitare l’artrite, quello che dovresti fare è prendere sul serio il primo dolore iniziale, in quel momento iniziare a bere abbastanza acqua priva di acidi ogni giorno ed eseguire una terapia articolare per attivare la circolazione nell’area al fine di ritrovare la mobilità.
Se il dolore non scomparisse in pochi giorni, si otterrebbero risultati eccellenti combinando acqua alcalina con sezioni terapeutiche di ipertermia e magneto terapia. (Informazioni su Quantic Medical Discovery Magazine # 2.)

LA LOMBAGGINE

Le azioni precedenti sono valide anche per le articolazioni vertebrali. Con la differenza che in essi l’acqua non solo lubrifica le superfici di contatto, ma viene immagazzinata nel cuore dei dischi intervertebrali per resistere alla pressione del peso della parte superiore del corpo.
Quando è presente la disidratazione, i dischi intervertebrali e le articolazioni spinali sono tra i primi organi colpiti. Se questo dovesse accadere quasi sempre comporta l’interessamento del 5° disco lombare – la cui funzione è così importante per mantenerci in posizione verticale, di solito si verifica nel 95% dei casi dei problemi alla colonna vertebrale.

Ovviamente, quando è in cattive condizioni, si verificano di conseguenza vari problemi muscolari, tra cui la lombalgia – o lombalgia -, comunemente nota come “dolore renale”, sebbene in realtà non sia causata da questi ma piuttosto alterazioni nelle diverse strutture che compongono la colonna vertebrale: legamenti, muscoli, dischi vertebrali e vertebre.
In breve, per evitare tutti i dolori alla schiena, Batmanghelidj consiglia di bere molta acqua – e la migliore è l’acqua alcalina per il suo grande potere idratante. Quindi fai una serie di esercizi per creare un vuoto intermittente che attiri acqua nello spazio del disco. In questo modo si garantisce che ogni mal di schiena sia alleviato in mezz’ora.

L’EMICRANIA

L’emicrania è generalmente dovuta a disidratazione o al mancato consumo di 8 bicchieri di acqua priva di acidi. (I filtri non filtrano gli acidi né fermano il cloro velenoso)
L’emicrania è un indicatore della regolazione critica della temperatura corporea. Cioè, è un disturbo che rivela una sorta di “stress da calore”.
Qualcosa che si evita con la semplice assunzione regolare di acqua dolce. E, in questo caso specifico, l’acqua fredda alcalina che abbassa la temperatura del corpo e del cervello dall’interno promuove la chiusura del sistema vascolare periferico la cui dilatazione è la causa scatenante dell’emicrania.

DEPRESSIONE, FATICA CRONICA E STRESS

È comunemente accettato che la depressione è associata allo stress sociale, cioè paura, ansia, insicurezza, persistenti problemi coniugali ed emotivi … Per Batmanghelidj, tuttavia, depressione, tristezza, decadenza, ecc. sono il risultato di una mancanza di acqua nel tessuto cerebrale.
Un’affermazione che è supportata spiegando che il cervello utilizza l’energia elettrica per funzionare e questa viene generata all’interno del corpo … proprio grazie alla circolazione dell’acqua.

Di conseguenza, con la disidratazione il livello di generazione di energia diminuisce soprattutto nel cervello, rendendo inefficaci molte funzioni cerebrali che dipendono da quel tipo di energia. E questa “deficienza funzionale” è ciò che chiamiamo “depressione”.
Aggiungendo che questo stato depressivo causato dalla disidratazione è anche ciò che di solito porta alla cosiddetta sindrome da affaticamento cronico, una condizione che sarebbe solo un’etichetta posta su una serie di problemi fisiologici avanzati associati allo stress e, quindi, di disidratazione cronica.

Un’affermazione che conferma il fatto che in tutti i casi da lui trattati, dopo un periodo di correzione della disidratazione e delle sue complicanze metaboliche, la sindrome da affaticamento cronico è migliorata sorprendentemente.

STRESS

Quando il corpo è disidratato, mette in moto processi fisiologici simili a quelli che attiva quando si trova in una situazione stressante. Quindi la disidratazione provoca stress e lo stress provoca successiva disidratazione in quanto esaurisce le riserve idriche del corpo.

In altre parole, quando il corpo vive una situazione di stress – o di disidratazione – assume una condizione di crisi e inizia a mobilitare una risposta difensiva. Tale azione si manifesta con l’attivazione del sistema renina-angiotensina-aldosterone. Con l‘acqua potabile i problemi della vita non si risolvono, ma la persona acquisisce abbastanza forza mentale per risolverli tranquillamente senza stress.

LA DISIDRATAZIONE CRONICA È UN FATTORE PRIMARIO CAUSANTE TUMORI AL SENO.

La relazione tra stress, disidratazione cronica dipendente dall’età, secrezione persistente di prolattina e trasformazione del tessuto ghiandolare correlata al cancro nel torace non può essere trascurata.
Quindi, l’assunzione giornaliera di acqua alcalina assicura una misura preventiva sia del carcinoma mammario nelle donne che del carcinoma prostatico negli uomini.

SCLEROSI MULTIPLA

Va spiegato che la membrana cellulare è composta da due strati che sono tenuti insieme grazie alla proprietà adesiva dell’acqua che sta tra loro e dove in essa galleggiano gli enzimi che, quando reagiscono insieme, provocano l’azione desiderata all’interno della cellula.
Quindi, quando c’è abbastanza acqua tra i due strati della membrana cellulare, le stesse reazioni biochimiche possono svilupparsi normalmente, ma se il flusso è insufficiente, le funzioni cellulari sono influenzate negativamente.
E per prevenire questa pericolosa possibilità, la natura è dotata di un magnifico meccanismo: la creazione di filtri per l’acqua attraverso la membrana.

Quando la disidratazione è molto pronunciata e l’acqua è urgentemente necessaria per aumentare la circolazione sanguigna, lungo i nervi il corpo secerne l’istamina nelle cellule del rivestimento, causando infiammazione e danneggiando l’area.
Tali infiammazioni sono le manifestazioni esterne di questo processo locale che sono state etichettate con il nome di varie malattie, tra cui la sclerosi multipla.

Quindi tutte queste “malattie” si prevengono e sono in realtà trattatabili in modo molto semplice: basta bere abbastanza acqua alcalina, poiché ha un potere idratante maggiore rispetto a qualsiasi tipo di acqua che può essere consumata, e fornisce anche più minerali di cui il corpo ha bisogno come calcio, potassio e sodio; Manca anche di sali, cloro e altri acidi dannosi per la salute.

(Nessun altro tipo di acqua offre queste qualità, ed è importante ricordare che le bevande analcoliche e l’acqua “gassata” sono molto acide. I filtri dell’acqua che contengono pietre per controllare i batteri rendono invece l’acqua estremamente acida.)

I succhi di frutta confezionati – anche quando annunciano la mancanza di conservanti … li hanno o altrimenti non si spiegherebbe come possano durino così a lungo – non potranno mai sostituire l’acqua e assolvere il compito di idratare completamente il corpo.

IPERTENSIONE

L’attività del cosiddetto sistema renina-angiotensina-aldosterone – un meccanismo subordinato all’attivazione dell’istamina nel cervello – è essenziale per controllare il volume e la pressione del sangue, si attiva per conservare l’acqua quando è carente o quando c’è carenza di sodio nelle cellule.
Inoltre, fino a quando il contenuto di acqua e sodio nell’organismo raggiunge un livello adeguato, il sistema funziona restringendo lo strato capillare e il sistema vascolare. Un restringimento il cui livello può essere misurato e lo conosciamo come ipertensione.

Il problema è che per essere in grado di lavorare in condizioni adeguate, i reni hanno bisogno di abbastanza acqua. Ed è vero che, a causa della mancanza d’acqua, possono concentrare l’urina, ma non è meno vero che questa capacità non dovrebbe essere utilizzata al limite, perché si richia di danneggiare il rene.
In breve, il sistema renina-angiotensina-aldosterone è più attivo quando i reni sono danneggiati e la produzione di urina è insufficiente, per questo motivo possono essere causate disfunzioni renali.

I problemi renali, quindi, possono anche essere una conseguenza della disidratazione cronica e della mancanza di sodio. Quest’ultimo può rimanere concentrato nell’acqua senza la necessità di consumare tanto sale.
In breve, l’ipertensione è anche il risultato di un processo di adattamento alla mancanza di acqua nel corpo. Quando non beviamo abbastanza acqua per soddisfare tutte le sue esigenze, alcune cellule diventano disidratate.

In questi casi, i vasi sanguigni non hanno altra alternativa che ridurre la loro capacità di rispondere alla diminuzione del volume del sangue, una riduzione che provoca l’aumento della pressione sanguigna che conosciamo come ipertensione.
Batmanghelidj spiega quindi che quando beviamo meno acqua di quanto sia necessario quotidianamente, la chiusura di alcuni strati vascolari è l’unica alternativa che il corpo deve mantenere pieno il resto dei vasi sanguigni. La domanda è per quanto tempo può continuare. E la risposta è: “abbastanza a lungo per ammalarsi e morire”.

Pertanto, il trattamento essenziale dell’ipertensione dovrebbe consistere, semplicemente, nell’aumentare l’assunzione giornaliera di acqua alcalina, poiché contiene più minerali alcalini ed è priva di cloro, sali e minerali acidi che creano maggior acidità.
Quindi, è stato considerato “assurdità scientifica il fatto che i cardiologi somministrino diuretici agli ipertesi mentre il corpo fatica disperatamente a trattenere quanta più acqua possibile.
La medicina ufficiale presuppone che la causa dell’ipertensione sia la ritenzione di sodio nel corpo quando, in realtà, conservare il sodio nel corpo è solo l’ultima risorsa del corpo per trattenere una certa quantità di acqua che gli consente di rimanere in vita e funzionare correttamente.

Supponendo che il sodio sia la causa dell’ipertensione è una scarsa comprensione dei meccanismi regolatori dell’acqua nel corpo. Quando i diuretici vengono somministrati per abbattere il sodio, il corpo diventa ancora più disidratato.
Ciò che ottengono è che il corpo si concentra maggiormente sull’assorbimento del sale e acqua a causa dei diuretici, e fintanto che non gli diamo acqua a sufficienza non è in grado di correggere il problema.
Questo è il motivo per cui, dopo un po’, i diuretici non sono sufficienti e il paziente è costretto a prendere farmaci complementari sempre più aggressivi che mettono fine alla sua vita.

L’acqua è di per sé il miglior diuretico naturale. Se le persone che hanno la pressione alta e producono la giusta quantità di urina aumentano l’assunzione giornaliera di acqua alcalina, non dovrebbero assumere diuretici.

COLESTEROLO

Per Batmanghelidj, anche la spiegazione della cosiddetta ipercolesterolemia o colesterolo in eccesso nel corpo differisce notevolmente da quella convenzionale.
Avere troppo colesterolo nel sangue non è altro che un meccanismo di difesa delle membrane cellulari contro la forza osmotica del sangue per conservare l’acqua, o un segno che il sangue concentrato non può rilasciare abbastanza acqua per attraversare la membrana cellulare e mantenere le normali funzioni cellulari.

Vale a dire, l’eccessiva elaborazione del colesterolo e il suo deposito nella membrana cellulare sono solo una parte dell’obiettivo naturale di proteggere le cellule viventi dalla disidratazione poiché è come una sorta di “argilla” naturale che funge da parete cellulare prevenendo il passaggio dell’acqua.
Come spiega, nelle cellule viventi con nucleo, il colesterolo è l’agente che regola la permeabilità all’acqua della membrana cellulare. In quelle senza un nucleo invece, la composizione degli acidi grassi utilizzati nell’elaborazione della membrana cellulare gli dà il potere di sopravvivere alla disidratazione.
La produzione di colesterolo nella membrana cellulare fa quindi parte del sistema di sopravvivenza della cellula. Pertanto, è una sostanza assolutamente necessaria e il suo unico eccesso indica che c’è disidratazione.

L’integrità della membrana cellulare dipende dalla quantità di acqua disponibile. In una membrana ben idratata, l’acqua è il materiale adesivo; in una disidratata è il colesterolo che ha il compito di attaccare i “blocchi” e prevenire la perdita di acqua dall’interno della cellula.
Pertanto, se forniamo al corpo l’acqua alcalina necessaria prima di mangiare cibo, eviteremo la formazione di colesterolo nei vasi sanguigni. Pertanto, non è un eccesso di colesterolo ma il risultato di una mancanza di acqua nel corpo.
Naturalmente, quando un aumento dell’assunzione di acqua abbassa i livelli di colesterolo ma poi si rialzano, è necessario assicurarsi che il corpo non sia carente di sodio.

SOVRAPPESO

Anche il sovrappeso è legato all’acqua. Questo si spiega dal fatto che in primo luogo, le sensazioni di sete e fame si verificano quando il livello di energia del corpo si abbassa. In tale caso, il corpo richiama l’energia immagazzinata nel grasso, per cui deve attivare i meccanismi della secrezione ormonale.
Poiché tale processo richiede più tempo di quanto ci si possa aspettare, la parte anteriore del cervello responsabile del reperimento di energia, reclama un’immediata fornitura di zucchero nel sangue che sappiamo essere una fonte diretta di energia. Tieni presente che il cervello consuma un’enorme quantità di energia e quindi riceve circa il 20% di tutta la circolazione sanguigna.

In altre parole, per soddisfare le sue esigenze energetiche, il cervello utilizza due meccanismi: lo zucchero presente nel sangue, che si ottiene attraverso la metabolizzazione del cibo; e la fornitura di acqua e la sua conversione in energia idroelettrica.
Il problema è che l’essere umano non sa distinguere tra il bisogno di sete e il bisogno di cibo e quando arrivano questi segnali … tende a mangiare. La secchezza delle fauci è solo l’ultimo avvertimento, il segnale di allarme quando la disidratazione è praticamente un fatto pericoloso.

E mangiando troppo senza capire invece che il corpo ci chiede acqua e non cibo, ci porta ad aumentare di peso. Non aspettarti che il corpo te lo ricordi … acquisisci la cultura dell’acqua alcalina e stabilizza il suo peso.

ASMA E ALLERGIE

L’asma e le allergie sono anche indicatori del fatto che il corpo ha fatto ricorso a una maggiore produzione di istamina in assenza di acqua. Si è verificato che negli asmatici c’è un aumento del contenuto di istamina nei loro tessuti polmonari e che è proprio questa sostanza che regola la contrazione dei muscoli bronchiali.
Dopotutto, i polmoni sono uno degli organi che hanno la più grande perdita d’acqua a causa dell’evaporazione causata dalla respirazione. L’istamina, quindi, viene prodotta per prevenire la costrizione bronchiale. È quindi un’operazione semplice e naturale per preservare l’acqua. Ovviamente, quando lo stato di disidratazione è importante, viene rilasciata una quantità enorme di istamina.

Quindi bere quotidianamente la giusta quantità di acqua alcalina aiuta ad alleviare e prevenire sia l’asma che le allergie. Va aggiunto, in ogni caso, che un altro ruolo importante nell’asma è svolto dal sodio (che viene normalmente ingerito con sale o cloruro di sodio). Succede che quando c’è carenza di acqua, il corpo inizia a trattenerla.
D’altra parte, in alcune persone una carenza di sodio nel corpo può produrre gli stessi sintomi come nel caso di una mancanza di acqua.

È quindi consigliabile che in gravi crisi asmatiche, bere molta acqua alcalina con un pizzico di sale – metterlo sotto la lingua senza toccare il palato in modo che non lo irriti – poiché si tratta di un antistaminico naturale.
Sebbene l’acqua mantenga umido il passaggio dell’aria e impedisce ai condotti di seccarsi quando l’aria entra ed esce dai polmoni, il muco viene secreto nelle prime fasi dell’asma per proteggere i tessuti delle vie aeree, ma a volte in quantità eccessiva, e il muco rimane attaccato alle pareti evitando il normale passaggio dell’aria attraverso di esse. Fortunatamente, il sodio è un distruttore naturale di muco e l’acqua alcalina è naturalmente arricchita con sodio.

In breve, per Batmanghelidj l’asma non è una malattia ma un adattamento fisiologico del corpo alla disidratazione e alla restrizione salina che si manifesterà fintanto che non si presterà sufficiente attenzione al consumo di acqua e sale.
Quindi basta un pizzico di sale sulla lingua dopo aver bevuto acqua per far credere al cervello che molto sale è entrato nel corpo e rilassare i bronchioli.

DIABETE E DISIDRATAZIONE

Si dice che una persona ha il diabete quando il pancreas non produce insulina – o ne produce pochissima – (viene quindi chiamato diabete di tipo I o diabete insulino-dipendente) o quando le cellule del corpo non rispondono all’insulina prodotta (tipo II).
Per Batmanghelidj il diabete di tipo I è probabilmente anche il risultato finale della mancanza di acqua. La ragione?

Come abbiamo già visto, quando c’è disidratazione il corpo produce istamina per regolare il livello dell’acqua … ma allo stesso tempo viene attivato un gruppo di sostanze note come prostaglandine, coinvolte anche in un sistema subordinato di distribuzione razionale dell’acqua alle cellule del corpo.

Uno di questi è la prostaglandina di tipo E, che sembra anche essere coinvolta nella preparazione della soluzione di bicarbonato che contrasta l’acidità del cibo nel processo digestivo, ma è anche responsabile dell’inibizione naturale della secrezione di insulina da parte del pancreas.
Cioè, la prostaglandina E ha due chiare funzioni: da un lato, distribuire l’acqua al pancreas; e, dall’altro, inibire l’azione dell’insulina, e questa inibizione sarebbe la causa del diabete di tipo I. Pertanto, sarebbe una conseguenza della causa principale: disidratazione cronica.

Per quanto riguarda il diabete di tipo II – quando le cellule pancreatiche hanno già perso la capacità di produrre insulina – è dovuta alla disidratazione cronica e a un disturbo del metabolismo degli aminoacidi nel corpo, molto probabilmente responsabile della distruzione della struttura del DNA nelle cellule beta del pancreas responsabile della produzione di insulina.
In breve, secondo Batmanghelidj, è sufficiente un consumo giornaliero, rigoroso e regolare di acqua particolarmente idratante come acqua alcalina e assicurarsi di ingerire il principale driver e supervisore del benessere del corpo – il triptofano e i suoi neurotrasmettitori derivati – i quali sono sufficienti a regolare in modo ottimale tutte le funzioni corporee.

LA MANCANZA DI ACQUA IN ALTRE PATOLOGIE

La verità è che non ci sono quasi disturbi che non hanno a che fare con la disidratazione cronica, ad eccezione di malattie infettive o traumi, sebbene il recupero in questi sarebbe avvantaggiato e accelerato mantenendo un livello ottimale di idratazione.

INSONNIA

Molti di coloro che soffrono di insonnia possono risolvere il loro problema bevendo un bicchiere d’acqua prima di andare a letto e poi mettendo un pizzico di sale sulla lingua – senza toccare il palato perché potrebbe causare irritazione, come abbiamo già detto prima – poiché induce il sonno in solo pochi minuti. La spiegazione è che con questa azione la percentuale di scarica elettrica nel cervello viene alterata e questo induce il sonno.
Ci sono persone che non bevono acqua prima di andare a letto per evitare di alzarsi a mezzanotte; ma il loro sangue si addensa e subiscono quindi incubi e tensioni. Quando si alzano sono più stanchi e vogliono continuare a dormire. È meglio bere acqua alcalina per fare sogni piacevoli e al mattino alzarsi come nuovi.

SVENIMENTO

Se sei una di quelle persone che a volte sviene dopo la doccia, devi sapere che è perché le riserve d’acqua del tuo corpo non sono sufficienti per raggiungere il cervello quando i vasi sanguigni nella pelle si dilatano, a causa del calore dell’acqua. Quindi si consiglia di bere sempre un bicchiere di acqua alcalina prima di fare la doccia.

SESSUALITÀ

Anche i rapporti sessuali sarebbero esposti agli effetti negativi della disidratazione. Secondo Batmanghelidj, quando il corpo è ben idratato ci sono tutti i requisiti ormonali e fisiologici per una vita sessuale soddisfacente e una libido più che adeguata.
E aggiunge che, in ogni caso, uno o due bicchieri d’acqua prima della relazione aiutano a ottenere un’erezione sostenuta e più solida negli uomini e una maggiore lubrificazione nelle donne.

DICHIARAZIONI DEGLI SCIENZIATI PIÙ ECCEZIONALI NEL SETTORE DELLA MEDICINA

Dr. George W. Crile, di Cleverand, uno dei chirurghi più importanti del mondo ha dichiarato apertamente: “Tutte le cosidette morti naturali sono solo il punto d’arrivo di una saturazione acida ndel corpo”.
Il Dr. Mencken ha scritto: “La lotta della vita è contro la ritenzione acida”. Invecchiamento, mancanza di energia, brutto carattere e mal di testa, malattie cardiache, allergie, eczema, orticaria, asma, calcoli e arteriosclerosi non sono altro che dovuti ad un accumulo di acidi. Questo a parte l’artrite, l’osteoporosi e il cancro tra gli altri flagelli; Vediamo la relazione diretta che queste manifestazioni hanno con gli acidi in eccesso:

Il cancro prolifera in un ambiente acido e le cellule tumorali, nella loro crescita distruttiva, causano ancora più acidità.
Lo scienziato due volte premio Nobel Otto Warholl lo ha dimostrato creando cellule tumorali in un ambiente acido. In effetti, le sostanze acide rifiutano l’ossigeno; invece, le sostanze alcaline attirano l’ossigeno. Un ambiente alcalino blocca le cellule tumorali nel loro disperato tentativo di moltiplicarsi.

Il Dr. Robert O Young afferma: “Troppa acidificazione nel corpo è la causa di tutte le malattie degenerative”. Il cloro è velenoso: distrugge la vitamina E, altera la flora intestinale, irrita lo stomaco e può provocare il cancro.
Tutto ciò può essere evitato acquisendo la cultura del bere acqua alcalina, idratandoci adeguatamente. Tutti i malati di cancro, senza eccezione, sono stati disidratati per molti anni e l’osteoporosi viene corretta eliminando l’eccesso di acido nel corpo e mangiando naturalmente.

“Il rischio di contrarre il cancro tra le persone che bevono acqua clorata è del 93% maggiore di quello che filtra l’acqua potabile”: Environmental Quality Board, USA. Bere acqua di rubinetto clorata non è pericoloso, ma mortale: acqua sana per una vita più lunga, Dr. Martín Fox, Stati Uniti
Il cloro è un veleno così efficace da uccidere tutti i batteri e, lo ammettiamo, è necessario per sterilizzare l’acqua, altrimenti i microrganismi ci ucciderebbero; ma, una volta che l’acqua entrerà nella nostra bocca, il cloro non è più necessario … ma comunque lo beviamo ugualmente: qui sta il problema.

È importante sapere che nessun filtro ferma il cloro; solo un prodotto alcalinizzante naturale può assorbirlo efficacemente e questo è CORAL-MINE.

ACQUA ALCALINA

Migliora la digestione del cibo.
• Evita la fermentazione causata da una cattiva alimentazione.
• Risolve i casi di diarrea cronica.
• Migliora gli stati di iperacidità dello stomaco che possono causare ulcere gastroduodenali.
• Combatte l’acidità organica causata da diete eccessivamente ricche di carne e prodotti trasformati (non naturali).
• Favorisce l’alimentazione delle cellule e l’eliminazione dei prodotti derivanti dal loro metabolismo.

Tutto ciò indica che l’acqua è senza dubbio l’elemento solido più importante per la sopravvivenza dell’essere umano e della specie nel suo insieme.
È importante sapere che muoiono molte più cellule sane del nostro corpo a causa di sostanze tossiche che contaminano acqua, aria e suolo rispetto a quelle che terminano il loro ciclo naturale nel corso dei processi metabolici. Le persone si ammalano per la loro disattenzione e sappiamo che la medicina attuale non ha assolutamente nulla per curare le malattie degenerative e autoimmuni causate dalla disidratazione.
Speriamo che tu, caro lettore, ti sia reso conto dell’importanza di bere acqua alcalina in quantità sufficiente ogni giorno. In questo modo, sono sicuro che il tuo corpo ti ringrazierà e ti ricompenserà con la salute …

UNA ECCELLENTE NOTIZIA!
TUTTE LE MALATTIE POSSONO ESSERE CURATE, MA NON TUTTI I MALATI …
perché molti di loro non sono disposti a fare ciò che è necessario.
MA TU SI’ TI PUOI CURARE!
LA BUONA NOTIZIA! (Conclusione)

È probabile che tu non sia malato! Quello che succede però è che il tuo corpo sta reclamando una quantità maggiore di acqua da molto tempo; e lo fa producendo sintomi che ti uccideranno. Chiamano questi sintomi malattie e li trattano con farmaci.

Il recupero dalla salute è impossibile se il corpo è disidratato e saturo di rifiuti tossici. Al contrario, la persona che acquisisce la cultura dell’acqua alcalina – 6 volte più disintossicante dell’acqua normale – noterà, quasi immediatamente, che il suo corpo inizia il più meraviglioso processo di recupero.

Per iniziare subito il percorso di recupero alcalino, ti invito a prendere in considerazione questo programma alcalinizzante in quanto l’unico appositamente sviluppato per questo scopo…  clicca su questo LINK https://bit.ly/2Aj5Fgy

 

1 pensiero su “L’importanza di Bere Abbastanza Acqua

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *